martedì 17 marzo 2015

Martedì della IV settimana di Quaresima

 Vuoi guarire?


  Ez 47,1-9.12   Sal 45   Gv 5,1-16
All’istante quell’uomo guarì

Vuoi guarire? La domanda che Gesù rivolge al paralitico è quella che rivolge a noi oggi. E' importante rifletterci. Il Nazareno poteva benissimo guarire quella persona senza chiederlo. Invece usa questo approccio. Perché la salvezza, anche se è dono di Dio, deve essere una scelta. Non si impone.

La malattia di cui parla il vangelo sottolinea il dramma di una persona emarginata e sola. Ques'uomo per molti anni vive così. Con Gesù le cose possono cambiare. Il malato lo vuole. E ottiene la guarigione. Lo stesso noi siamo bloccati per tanti motivi di cui dovremmo prendere coscienza. Soprattutto blocchi spirituali che impediscono di amare.

Proprio in questi bui Gesù vuole arrivare. Da tempo, forse, non riusciamo a guarire da alcune ferite o a perdonare chi ci ha fatto del male. Oppure ci riteniamo indegni di essere amati per degli sbagli fatti in passato. In un modo o nell'altro il nostro cuore si è indurito. Che il Signore ci liberi da queste paralisi e ci doni ancora la sua forza per alzarci e camminare nelle sue vie.

Nessun commento:

Posta un commento