martedì 26 maggio 2015

San Filippo Neri - Memoria

Sacrifici


 Sir 35,1-15   Sal 49   Mc 10,28-31
Riceverete in questo tempo cento volte tanto insieme a persecuzioni, e la vita eterna nel tempo che verrà



Il Signore chiede di portare all'altare quello che abbiamo nel cuore. Le persone che hanno bisogno di aiuto, di ogni tipo. Quelle che possiamo sostenere e quelle di tutto il mondo che subiscono ingiustizie. Questi sono i doni da presentare. In modo che Gesù possa allargare il cuore per aprilo sempre più alla donazione.

In questo s’identifica il vero culto del battezzato. Egli è inserito in una comunità che è una grande famiglia che può aiutarlo in questa crescita interiore. Come Pietro e gli altri apostoli, dovremmo lo stesso noi lasciare tutto per seguirlo. E trovare la ricompensa nella chiesa che serviamo e che ci accoglie.

E' nella comunità che troveremo case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi. Una nuova famiglia. Con essa la persecuzione, da affrontare in mille incomprensioni o in punti di vista contrari al vangelo. Sono prove che possono contribuire a compattare la comunità e a mostrare meglio il volto misericordioso di Dio.

Nessun commento:

Posta un commento