lunedì 1 giugno 2015

SAN GIUSTINO, martire - Memoria

Il dubbio
Tb 1,3; 2,1-8   Sal 111   Mc 12,1-12
Presero il figlio amato, lo uccisero e lo gettarono fuori della vigna


Spesso ci chiediamo se ne vale la pena di seguire il vangelo. Soprattutto quando ci sentiamo soli e abbandonati. O incompresi per scelte dettate dalla misericordia. Come accade a Tobi, nella prima lettura di oggi. Egli lascia il pranzo per seppellire un connazionale lasciato morto sulla piazza.



E' deriso dai suoi amici che lo invitano a pensare a se stesso. La stessa cosa che fa la maggior parte della gente e che rinfaccia a chi si adopera per opere di misericordia. Il nostro dubbio è illuminato da Cristo. Nella parabola dei vignaioli omicidi egli anticipa la sua condanna a morte.



Ed afferma, alla fine:  La pietra che i costruttori hanno scartato è diventata la pietra d’angolo. Presentandosi come la roccia su cui costruire ogni giorno la nostra fede e trovare coraggio per andare avanti. Con Lui si edifica una casa solida fondata sulla rocca. Con sacrificio, certo. Ma ne vale la pena.

Nessun commento:

Posta un commento