domenica 26 luglio 2015

Basta poco


Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie,  li diede a quelli che erano seduti,  e lo stesso fece dei pesci, quanto ne volevano. (Gv 1, 13)



Prima di essere ordinato sacerdote, ho avuto il piacere di fare esperienza pastorale per quattro anni a tempo pieno in due parrocchie della mia diocesi. Tra le varie cose che facevo c'era la visita settimanale agli ammalati. Li andavo a trovare ogni giorno, facendo dei gruppi. La cosa che più mi è rimasta è che dovunque andavo ero accolto come uno di casa.

Prima di lascare l’abitazione, tutti condividevano con me quel poco che avevano, soprattutto prodotti della terra. Per me era già tanto la loro amicizia e questo mi arricchiva molto, ancora oggi la rivivo ricordando. Tuttavia quel gesto concreto del portarmi qualcosa di loro in questa domenica mi fa riflettere particolarmente. E penso a quel bambino del vangelo odierno.

Pochi pani e pochi pesci donati sfamano una grande folla. I discepoli non sanno cosa fare. Forse è opportuno congedare la folla; il denaro racimolato non è sufficiente. Poi questo gesto che Cristo accoglie per dare a tutti qualcosa, anche di più rispetto alle esigenze. Occorre essere come bambini per entrare nel regno dei cieli. Ho avuto ed ho questa testimonianza da persone semplici che sempre mi edificano.

1 commento:

  1. Oggi abbiamo tanto ma abbiamo perso la capacità di condividere; c'è diffidenza e paura nei confronti del prossimo e questo è davvero triste, il sintomo più grave del vuoto interiore con il quale convive l'uomo di oggi.
    Che Dio ci aiuti a ritrovare la strada della fratellanza e dell'amore....

    RispondiElimina