martedì 13 ottobre 2015

Martedì della XXVIII settimana del Tempo Ordinario - anno dispari

L'elemosina del cuore


Rm 1,16-25   Sal 18   Lc 11,37-41
 Date in elemosina, ed ecco, per voi tutto sarà puro

I convenevoli sono utili se funzionali al loro scopo di servizio alla dignità dell'uomo. Quando prendono il primo posto e tendono a discriminare non servono a nulla, se non a renderci schiavi delle nostre convinzioni. In tal modo diventano barriere dove si trincea la verità profonda del nostro cuore. Esso è fatto per amare.

Questa sua natura rischia di essere bruciata da un'ostentata ipocrisia, che tutto riduce ad atteggiamenti esteriori. Per sentirsi in regola e giusti, è più facile fare delle cose, osservare tradizioni e precetti. E questo arroga anche il diritto di giudicare chi non è "in regola". 

Gesù ci invita a guardarci dentro. Questa è la strada che Lui ha seguito nel donare tutto se stesso per la nostra salvezza. Ecco perché addita come purezza non riti esteriori ma l'elemosina del cuore: fare tutto con amorevole passione, non per doveri trasmessi sradicati dalla vera radice di noi stessi.

Nessun commento:

Posta un commento