domenica 12 febbraio 2017

Revisione di vita

6a domenica del TO - anno c
Io vi dico infatti: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli. (Mt 5, 19)

Dinanzi a scelte fondamentali è bene rivedere la propria vita. In vari momenti prima dell'ordinazione sacerdotale l'ho fatto durante gli esercizi spirituali. Ho così individuato i tratti fondamentali del profilo vocazionale. Quelli che rimangono pietre miliari della mia vita. Esperienze che mi hanno portato al sì e che oggi lo confermano.

Hanno sempre bisogno di essere rivisitate. Soprattutto nei momenti difficili per tener viva la memoria . Ma anche per lodare il Signore. Egli continuamente ti porta con mano. Capita, però, che non lo percepisci. Di camminare a tentoni. Proprio allora è necessario fermarsi ed aspettare. Placata la bufera ti ritrovi in quei punti fermi.

Li hai vissuti, meditati, individuati come l'essenza profumata e predominante nel cammino. Hanno bisogno di rimanere freschi attraverso nuovi episodi che caratterizzano il presente. Il cuore resta il centro di tutto. Con l'aiuto della Parola, della tua guida, puoi sempre ritrovare la giusta direzione. Lo stesso quando ti smarrisci il ritorno alla riscoperta è una grande consolazione.

Mi ritrovo con il vangelo di questa domenica. Perché Gesù parla di ciò che può inquinare sul serio la sete di felicità. Egli si riferisce a quel disordine interiore che genera desolazione. A quella morsa di pensieri che si ripiegano sulla voglia sfrenata di godere. Rivedendo la tua vita puoi ritrovare quell'ordine che la luce di Cristo dà sul serio e che tu desideri dal profondo di te stesso.

Nessun commento:

Posta un commento