giovedì 2 novembre 2017

COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI (Messa I)

Luce di speranza

Gb 19,1.23-27   Sal 26   Rm 5,5-11   Gv 6,37-40
Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno

La luce della Resurrezione arriva nell'ombra della morte. Per noi cristiani celebrare la scomparsa è commemorare questo evento di salvezza. Ricordare i defunti apre ad una prospettiva di speranza che va oltre il sepolcro. Già nell'antico testamento Giobbe invita ad aprire gli orizzonti.

Nonostante tutte le sue prolungate sofferenze egli afferma: "Io so che il mio redentore è vivo e che, ultimo, si ergerà sulla polvere!". Una profezia cristologica che annuncia la salvezza realizzata in Cristo. Sono i germi dello Spirito che parlano in lui ed in noi.

Proprio l'amore ha reso Gesù vincitore della morte. Persino gli inferi ne sono coinvolti. Non c'è tenebra che possa vincere. Andare al cimitero per ricordare i cari trapassati è vivere di questa fede. Soprattutto certezza di comunione con loro nella carità che ci unisce al Risorto.

Nessun commento:

Posta un commento