domenica 17 dicembre 2017

L'amico dello sposo

3a domenica di avvento - anno B 
Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell'acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo» (Gv 1, 27).

L'amico dello sposo è quello che organizza le nozze affinché gli sposi possano festeggiare nel migliore dei modi la loro unione. E' chi favorisce anche il primo incontro, quando l'innamoramento sboccia. Ne accompagna la crescita fino al giorno in cui il fiore sboccia. Fa sì, inoltre, che il profumo dell'unione possa durare per sempre.

Il suo unico interesse è che lo sposo resti sempre con la sua amata. Ho visto in varie occasioni amici che si prodigano per rendere unico il giorno dello sposalizio. Come persone che delicatamente hanno curato periodi di difficoltà e hanno permesso agli innamorati di ritrovarsi e scoprire ancora la bellezza unica del loro amore.

Così è Giovanni Battista nei riguardi di Gesù. Egli è quella voce che consente all'umanità di trovare e ritrovare il suo sposo. Perché sa l'importanza di questa unione. Per cui, la prepara, la indica, introduce la sposa verso quel cammino che Dio Padre ha previsto per lei. Il battista non occupa il posto di Gesù. Forse ne è stato tentato.

Ma non cede. Fino all'ultimo, pur preso dal dubbio, testimonia la luce che vede nel Cristo Messia. E la indica a noi oggi. Se anche noi cogliamo la portata della sua voce, non potremo che seguire il suo esempio. Se nel nostro cuore veramente c'è l'amore di Dio, ne saremo ugualmente voce e testimoni per l'umanità. Come Giovanni.

Nessun commento:

Posta un commento