martedì 5 dicembre 2017

Martedì della I settimana di Avvento

Beati gli occhi che vedono

 Is 11,1-10   Sal 71   Lc 10,21-24
Gesù esultò nello Spirito Santo

Nel vangelo di oggi troviamo una beatitudine particolare: Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Essa riassume l'atteggiamento base per accogliere il Messia. Infatti, se gli occhi non sono illuminati dallo Spirito non hanno la capacità di accogliere il Regno. Egli dona sguardo limpido per scrutare in profondità e scorgere ciò che è offuscato dall'apparenza.

La vista umana è concentrata perlopiù sul negativo o sulla superficialità. In questo modo si valuta l'immediatezza che non dura, spesso tenebrosa e senza luce di speranza. L'occhio oculato, invece, scruta l'invisibile, che è nascosto, ma pur presente ed incisivo. Forse troppo banale perchè faccia notizia; tuttavia lievito di rinascita.

In questo modo si da valore a tutto il messaggio delle beatitudini evangeliche. Esse sono quelle piccole luci che fanno vedere la presenza di Gesù nella storia. Egli si incarna nell'umanità percorrendo la via dell'umiltà e della concretezza quotidiana. Così è stata la sua nascita storica, così è la sua venuta nei nostri cuori, se con umiltà sanno accoglierlo e testimoniarlo.

Nessun commento:

Posta un commento