mercoledì 6 dicembre 2017

Mercoledì della I settimana di Avvento

La Parola si fa Carne


Is 25,6-10   Salmo 22   Mt 15,29-37
Gesù guarisce molti malati e moltiplica i pani

La nascita di Gesù nella mangiatoia prefigura la sua missione: farsi cibo per l'umanità. E' la Parola che si incarna per saziare la fame dell'uomo; quella profonda che nasce nell'intimo. Fame di sete, di giustizia, di un mondo più vero, di un senso che orienti. Questa necessità è colmata dalla compassione di Cristo.

Il suo amore sazia e perdona. Come Figlio di Dio può eliminare il male presente nel cuore. Così tutti possono rialzarsi e riprendere il cammino con la sua guida. Egli, infatti, è il pastore bello che indirizza verso pascoli rigogliosi e fresche acque; Egli realizza la profezia di Isaia, eliminando per sempre la morte fisica e spirituale.

Noi, suoi discepoli, siamo invitati a seguire il suo esempio dando noi stessi da mangiare alle folle bisognose. Il nostro esistere è un continuo rinascere nella logica dell'amore vero. Condividendo quel poco che abbiamo riconosciamo i carismi dello Spirito e li spezziamo per gli altri. Comincia così ad intravedersi quel Regno iniziato con la Resurrezione.

Nessun commento:

Posta un commento