sabato 15 gennaio 2022

Torpore

2a domenica del TO - anno C

Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». (Gv 2, 3)

Un torpore mi ha avviluppato per diverso tempo. Probabilmente, a causa della pandemia, che non accenna a diminuire, le mie emozioni si sono un po' assopite. La loro vitalità è venuta meno. Come se tutto fosse finito sotto tono.

Durante le vacanze di Natale, però, qualcosa è cambiato. Si, perché dei giovani della parrocchia si sono dati da fare per organizzare, con le dovute precauzioni, un mini concerto di Natale. Hanno coinvolto un po' tutti, dai più grandi ai più piccoli, almeno come rappresentanza.

Vederli così presi ed entusiasmati nel proporre e realizzare l'iniziativa, ha risvegliato in me profonde emozioni. Mi sono sentito rinato e l'ho condiviso con loro nel ringraziarli. Ce ne fossero spesso di queste iniziative! Forse mi mancava proprio quel vino della gioia di cui si parla al miracolo delle nozze di Cana, narrato dal vangelo di questa domenica. 
 
Nelle nostre parrocchie c'è tutto, fortunatamente le celebrazioni continuano. Tuttavia spesso manca quell'entusiasmo, quella gioia dell'incontro, quel vino che fa la differenza. Quella convivialità che si sperimenta quando si organizza un rinfresco per una festa, manca quasi sempre a messa. D'altronde così siamo stati abituati! Ma come rendere vivaci le celebrazioni pur nel rispetto del mistero che trasmettono?

Nessun commento:

Posta un commento